Donazioni

fai una donazione

Newsletter

Grazie alle Newsletter dell'Ass.ne Le Sentinelle sarai sempre aggiornato sulle nostre attività.
Iscriversi al servizio è semplice e gratuito: inserisci il tuo nome e il tuo indirizzo e-mail nell'apposita casella e conferma!
Le Sentinelle Ricevi HTML?

Raccomandaci su Facebook

Oasi Variconi

IMG_0035_2.jpg

i nostri sponsor

Radio Punto Nuovo

Bar Boccone

InEco Share

Villa La Tortuga


Histats

Chi è online

 11 visitatori online
Home Le nostre News News Storia di un capanno che non c'è più - Aprile 2019

Storia di un capanno che non c'è più - Aprile 2019

Mi trovo a Londra da 20 giorni per un lieto evento, sono diventata nonna di un bellissimo bimbo londinese, ma nonostante la lontananza riesco a coordinare tutti gli impegni delle Sentinelle: visite guidate, interviste e tanto altro…

Non ero a Castel Volturno quando il 17 Aprile, il Presidente dell’Ente Riserve Giovanni Sabatino ha pubblicato le foto dei “lavori in corso” alla Riserva dei Variconi, la passerella era stata nuovamente ristrutturata. Quelle foto mi hanno riempito il cuore perché da mesi, per colpa di atti vandalici, quella passerella era diventata inaccessibile e rendeva impossibile accompagnare gli studenti nel capanno grande, abbiamo dovuto inventarci dei percorsi alternativi rinunciando alle bellezze che il capanno ci ha sempre svelato.

passerella ristrutturata 17 Aprile 2019

Portare gli studenti ai Variconi è una delle nostre attività più entusiasmanti, farli entrare nel capanno in silenzio e raccontare loro lo spettacolo della natura e il rispetto che merita, da anni ci fa sentire il senso del volontariato. L’educazione ambientale è uno dei nostri obbiettivi principali.

 

Oggi ancora non mi rendo conto di ciò che è accaduto la notte del 22 aprile, mi sembra solo un brutto sogno. Non ho ancora visto con i miei occhi “il capanno che non c’è più“ e non me ne faccio capace!

 

Martedì mattina Lara Corace, una volontaria della nostra associazione, era ai Variconi per uno dei tanti appuntamenti che gestiamo in questo periodo, il Prof. Salvatore Porcaro deve partecipare al seminario SIU (Società Italiana degli Urbanisti) che si terrà a Matera, e ha voluto incontrarci per ascoltare la nostra testimonianza diretta sulla tutela del patrimonio ambientale presente nel nostro territorio.

Lara alle 9.30 ha pubblicato una foto nel nostro gruppo di lavoro. Una foto che non riuscivo a comprendere, un sentiero completamente carbonizzato, poi ho riconosciuto la griglia che era alla base della passarella che porta al capanno grande, l’unico ormai rimasto, l’ho subito chiamata: “Lara ma cos’è, la passerella?” - non volevo crederci -  “Più nulla, più nulla” - ripeteva Lara – “Ci hanno bruciato tutto! Passerella e capanno!”

Passerella bruciata Riserva Variconi

Ho pianto, ho pianto perché con quel capanno hanno bruciato un pezzo della mia vita! Anni di traguardi e soddisfazioni, anni di sacrifici e battaglie vinte. Ora tutto è andato in fumo, carbonizzato! E da qui, da Londra, ancora non me ne rendo conto, ancora mi sveglio la mattina sperando che sia solo un brutto sogno!

Tutto è nato proprio da quella passerella e quel capanno di cui non conoscevo nemmeno l’esistenza quando a gennaio del 2011 due giovani amici, Germano Ferraro e Massimiliano Ive, che scrivevano sul forum di domizia.it, un portale con il quale mi occupavo delle problematiche del litorale Domizio, pubblicarono le foto della passarella e del capanno che erano in condizioni di completo abbandono e degrado. È così che insieme a loro ed altri amici, uniti dallo stesso desiderio, abbiamo creato questa Associazione per ridare vita a quel luogo magico che sono “i Variconi “

Passerella 2011 . Variconi Capanno 2011 - Variconi

Da allora abbiamo coinvolto Associazioni ed Enti per anni e abbiamo ricostruito e tutelato quell’oasi incantata. Con lo STAPT (Settore Tecnico Amministrativo Provinciale delle Foreste) e con il Corpo Forestale di Stato abbiano per la prima volta ricostruito la stessa passerella.

Passerella ristrutturata 2012 - Variconi

Con le amiche dell’associazione ARCA nel 2012 abbiamo ricostruito il capanno che è diventato aula per studenti di tutte le età dalle elementari all’università.

Capanno ristrutturato 2012 - Variconi

Attività nel capanno - Variconi

È diventato “salotto”, come lo ha definito l’amico Maurizio Fraissinet, dove ritrovarsi tra amici amanti della natura e birdwatcher.

Attività nel capanno . Variconi

È diventato postazione di ricerca per il monitoraggio della fauna grazie ad Alessio Usai e alcuni volontari delle Sentinelle sempre al suo fianco.

Inanellamento - Usai - Variconi

Più volte negli anni è stato soggetto di atti vandalici, e ogni volta risistemato, ricostruito con la forza del volontariato di Germano Ferraro e tutte le altre Sentinelle, per ritornare attivo e affollato di persone che come noi amano questo posto.

Atti vandalici nel tempo

Oggi il capanno non c’è più, oggi è andato tutto in fumo con tutti i nostri sogni e i nostri sforzi, per opera di qualcuno che con un gesto, colposo o doloso che sia, ha bruciato 8 anni di volontariato, 8 anni d’amore!

MA NOI NON CI ARRENDIAMO, IL NOSTRO IMPEGNO CONTINUA!

Con grande dignità rispondiamo a quanti alla tutela ambientale contrappongono la violenza, riprendendo da subito la nostra costante e quotidiana azione di valorizzazione del nostro patrimonio ambientale, consapevoli che niente e nessuno potrà impedire che la Riserva Naturale dei Variconi continui ad essere meta ambita per studenti di ogni età, turisti, escursionisti, appassionati della natura ed amanti del birdwatching. Ci rivolgiamo all’Amministrazione Comunale e all’Ente Riserve perché si concentrino anche loro con la medesima attenzione garantendo più sicurezza alla nostra Riserva.

Paola Castelli - Presidente Ass.ne Le Sentinelle

capanno che non c'è più - Variconi