Donazioni

fai una donazione

Newsletter

Grazie alle Newsletter dell'Ass.ne Le Sentinelle sarai sempre aggiornato sulle nostre attività.
Iscriversi al servizio è semplice e gratuito: inserisci il tuo nome e il tuo indirizzo e-mail nell'apposita casella e conferma!
Le Sentinelle Ricevi HTML?

Raccomandaci su Facebook

Oasi Variconi

Piovanello tridattilo in posa.jpg

Histats

Chi è online

 46 visitatori online

Griglia Regi Lagni inattiva: pericolo inquinamento.

 

 

Il mancato funzionamento della Griglia, legato a problematiche della gestione economica.

 

 

 

L'impianto di grigliatura è nato per bloccare i rifiuti solidi alla foce del canale dei Regi Lagni a Castel Volturno. Una struttura meccanica di 10x10 metri quadrati, che serve a raccogliere tutti i rifiuti che provengono dal corso fluviale. Con determinati movimenti meccanici tutti i frutti dell'inquinamento vengono portati sul lato sinistro del fiume, raccolti e successivamente portati allo smaltimento.

La realizzazione di questo sistema è un passo avanti all'interno dell'operazione di bonifica dei Regi Lagni, cosi come di tutto il Litorale domizio. Terminato il lavoro di manutenzione di tutti gli impianti di depurazione delle acque di varie zone, tra cui Nola, Acerra, Marcianise, Napoli Nord e Villa Literno, il fine è quello di effettuare un ulteriore trattamento finale, in maniera naturale, delle acque, assicurando la balnearità di tutto il Litorale.

 

Inoltre tale sistema mira a risolvere non soltanto il problema del raggruppamento dei rifiuti, ma anche quello della formazione di schiuma, di cui gran parte sarà trattenuta dalla griglia. Inaugurata nel 2013, sono state bloccate oltre 98 tonnellate di rifiuti, smaltite dalla Gisec, società che gestisce gli impianti di rifiuti per conto della provincia di Caserta.

 

Ma ad oggi la situazione è cambiata in peggio, a causa di problemi legati alla gestione economica di tutta la struttura, comportando un'interruzione del funzionamento della griglia.  Nei giorni scorsi, la Commissione speciale "Terra dei fuochi, bonifiche, ecomafie" si è riunita per discutere dello stato dell'impianto, con la partecipazione di esponenti politici, tra i quali il sindaco di Castel Volturno, Dimitri Russo.

 

L'incontro ha avuto il là a seguito dell'istanza presentata dal primo cittadino castellano e dalle sollecitazioni provenienti da cittadini, e proprietari delle aziende agricole, che si trovano lungo il margine del canale fluviale. Presente a questo incontro anche il consigliere di Forza Italia, Giampiero Zinzi, presidente della Commissione, il quale ha dichiarato che " l'inattività della griglia sta determinando conseguenze dannose per i per i territori e gli allevatori. I rifiuti accumulatisi alla foce non fanno defluire correttamente l'acqua verso il mare, determinando un serio e concreto pericolo di allagamento. Senza contare che l'avvicinarsi del periodo estivo impone di trovare una soluzione definitiva affinchè il Comune possa affrontare con serenità la stagione turistica. La giunta regionale della Campania deve assumere scelte politiche ed amministrative chiare...Non bisogna continuare a fornire soluzioni tampone, le emergenze ambientali hanno bisogno di risposte definitive".

 

Ecco, appunto. Trovare soluzioni e risposte definitive. Un sistema come quello della griglia, nato per agevolare l'obiettivo di bonifica del Litorale domizio, finalizzato alla valorarizzione del territorio ambientale, non può e non deve fermarsi per questioni di natura burocratica o economica. Ci aspettiamo che la situazione si sblocchi il prima possibile. Nel mentre, continueremo ad essere vigili.