Donazioni

fai una donazione

Newsletter

Grazie alle Newsletter dell'Ass.ne Le Sentinelle sarai sempre aggiornato sulle nostre attività.
Iscriversi al servizio è semplice e gratuito: inserisci il tuo nome e il tuo indirizzo e-mail nell'apposita casella e conferma!
Le Sentinelle Ricevi HTML?

Raccomandaci su Facebook

Oasi Variconi

IMG_0035_2.jpg

i nostri sponsor

Radio Punto Nuovo

Bar Boccone

InEco Share

Villa La Tortuga


Histats

Chi è online

 32 visitatori online
Home Le nostre News News Volontari ed Associazioni per l’Oasi dei Variconi

Volontari ed Associazioni per l’Oasi dei Variconi

Oasi dei Variconi: ripartono le attività di raccolta dei rifiuti spiaggiati.

 

Sono riprese la mattina dell’11 aprile 2013, le attività di raccolta dei rifiuti spiaggiati sull’Oasi dei Variconi (Castel Volturno – CE). L’attività di pulizia della spiaggia, della duna e dell’area umida è stata promossa e coordinata dall’Associazione di Volontariato “Le Sentinelle” di Castel Volturno, da sempre impegnata per il recupero di quest’area, in collaborazione con il Comune di Castel Volturno e l’Ente Riserve Naturali regionali “Foce Volturno – Costa di Licola” e “Lago di Falciano”.

Ad essi, nella giornata di pulizia, si sono affiancati i volontari de “I Villaggi Globali”, del “Centro Fernandes” e della “Pro Loco Volturnum Castri Maris”.

La problematica dei rifiuti riversati dal mare sulle coste del Litorale Domitio è complessa. In particolare qui, alla Foce del Volturno, dove si sviluppa il complesso dell’area umida dei Variconi, si aggiunge sommandosi all’effetto marino, il carico di materiale che quotidianamente viene riversato dal Volturno – afferma il Dott. Alessio Usai, Presidente dell’Ente Riserve – La plastica è il principale rifiuto, sotto diverse forme, ma quella che più mi spaventa è il polistirolo utilizzato nelle campagne interne alla piana del Volturno. Occorre un controllo serrato su tutti gli scarichi lungo il fiume ed una radicale opera di sensibilizzazione ed educazione che interessi tutti i Comuni che si affacciano sul Volturno e sul Calore beneventano. Il Litorale Domitio non può, da solo, pagare lo scotto di una cattiva educazione e di una irresponsabile gestione del bacino fluviale

Alle attività hanno partecipato il Presidente e le Guardie Ambientali Volontarie dell’Ente Riserve, che hanno affiancato il lavoro dei volontari.
Oltre 100 i sacchi riempiti dai rifiuti portati dal mare in circa tre ore di lavoro, con la plastica, nelle sue diverse forme, a rappresentare la grande maggioranza. “Ringrazio le Associazioni ed in particolare Le Sentinelle – conclude Usai il loro lavoro fornisce un contributo fondamentale per la salvaguardia di questi luoghi. Come Ente Riserve, viste le molteplici problematiche del territorio ed attesa l’urgenza di iniziare ad operare, siamo disponibili verso tutti, cittadini ed associazioni, per lavorare insieme”.

Comunicato stampa dell'Ente Riserve Naturali dal sito http://www.riservevolturnolicolafalciano.it/